Informazioni utili per aderire

In questa pagina sono presenti tutte le informazioni utili per gli Studenti che vorranno iscriversi ad un Corso di Laurea in Italia.

L’Italia, al centro del mar Mediterraneo, ha un clima molto mite. Dal mare ai monti è un paese ricchissimo di bellezze naturali. E il suo patrimonio storico e artistico è noto: l’Italia è il Paese con il numero più alto di siti dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Le Università italiane sono tra le più antiche del mondo: le principali nacquero addirittura nel XII secolo, con importanti facoltà di medicina. Oggi offrono una preparazione universitaria di alto livello nell’area sanitaria, scientifica, sociale e umanistica.
L’WHO (World Health Organization) nel World Health Report 2010 in cui ha messo a confronto i sistemi sanitari di tutto il mondo, ha posto l’Italia al secondo posto assoluto per capacità di risposta assistenziale universale in rapporto alle risorse investite, dunque la Sanità Italiana è al 2° posto al Mondo per Capacità e Qualità di Assistenza. Tale risultato è stato confermato dagli inglesi del British Medical Journal, giudici implacabili della sanità britannica e di quella altrui.

I Titoli di studio universitari conseguiti in Italia sono riconosciuti ed equivalenti a quelli di molti altri Stati del mondo e pertanto ben spendibili negli stessi.
L’offerta formativa di ogni Università Italiana è molto variegata ed è articolata in Corsi di Laurea con diversa durata (Laurea Magistrale a Ciclo Unico, Laurea di I livello, Laurea Specialistica), Master, corsi di Specializzazione e perfezionamento. Alcuni tra i Corsi di Laurea Universitari ( ad esempio: Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e P.D, Medicina Veterinaria etc.) sono a “NUMERO PROGRAMMATO”.

Vai all’elenco di tutti i corsi di laurea e Università italiane >
Vuol dire che per quel Corso di Laurea viene annualmente fissato il numero massimo di iscrizioni possibili.

Chi desidera iscriversi a un Corso di Laurea a numero programmato deve, perciò, sostenere una prova/esame d’ammissione. In genere le prove/esami d’ammissione per tutti i diversi Corsi di Laurea a numero programmato si svolgono nel mese di settembre di ogni anno. Il risultato conseguito nella prova dell’esame specifico di ammissione serve a stabilire, tra tutti gli aspiranti per quello specifico Corso di Laurea ( ad esempio: Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinari o Farmacia etc.), una graduatoria di merito. Sono ammessi al Corso di Laurea gli aspiranti la cui posizione nella graduatoria di merito sia compresa entro il numero dei posti resi disponibili dalla specifica Università per ogni specifico Corso di Laurea.
I seguenti Corsi sono a numero programmato nazionale:

  • Corso di Laurea specialistica magistrale a ciclo unico in MEDICINA E CHIRURGIA;
  • Corso di Laurea specialistica magistrale a ciclo unico in ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA;
  • Corso di Laurea specialistica magistrale a ciclo unico in MEDICINA VETERINARIA;
  • Corso di Laurea specialistica magistrale a ciclo unico, direttamente finalizzati alla formazione di ARCHITETTO;
  • Corsi di Laurea Triennali delle PROFESSIONI SANITARIE (Infermieristica, Fisioterapia, Ostetricia etc.);
  • Corso di Laurea in SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

Per i suddetti Corsi di Laurea a numero programmato è il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca Italiano) che stabilisce ogni anno sia il numero dei posti disponibili in ogni Università Italiana sia le modalità d’esame uguali per tutto il territorio Nazionale.

Ad esempio, per l’accesso alle facoltà di Medicina e Chirurgia la *prova/esame di ammissione nazionale consiste, per tutte le quaranta Università Italiane, in un esame a test/quiz di numero 80 domande totali così suddivise: 40 domande di Cultura Generale e Ragionamento Logico, 18 domande sulla disciplina Biologia, 11 domande sulla disciplina Chimica, 11 domande complessive sulle discipline di Fisica e Matematica.

Ogni singola Università Statale, poiché gode di Autonomia, può decidere di rendere “a numero programmato” anche altri Corsi di Laurea in aggiunta a quelli sopra elencati (quali ad esempio Farmacia, Scienze Biologiche, Economia, Giurisprudenza, etc).

Tutte le Università Statali in Italia riservano per i Corsi di Laurea a numero programmato una grande percentuale di posti a beneficio esclusivo di studenti stranieri extracomunitari.

Il numero dei posti resi disponibile ogni anno per tutti i Corsi di Laurea nelle Università Statali e Private Italiane è pubblicato sui siti www.miur.it e www.esteri.it nonché pubblicizzato da ogni Università e dalle Rappresentanze Italiane all’estero.

Sì. La prova d’esame è unica per tutti gli studenti essendo uguale sia per gli studenti Italiani e provenienti dalla comunità europea sia per gli studenti stranieri extracomunitari .

Gli studenti stranieri devono però, prima di sostenere la prova di esame* composta da n. 80 domande a risposta multipla, attestare la propria buona conoscenza della lingua italiana.

Gli stranieri possono attestare la propria conoscenza linguistica Italiana o presentando all’Università l’adeguata certificazione di competenza o sostenendo, presso l’Università prescelta, qualche giorno prima dell’esame nazionale*, una prova di conoscenza della lingua italiana.

Gli studenti stranieri, in possesso di una valida certificazione linguistica Italiana di livello almeno B2 (livello comprovato e riconosciuto dal Ministero Italiano a seguito di superamento di esami linguistici di lingua Italiana accreditati dallo Stato Italiano quali: CELI o CILS o PLIDA ), sono esonerati dal dover sostenere la prova di lingua Italiana connessa direttamente all’esame di ammissione nazionale in una Università Italiana.

Acquisire/possedere una certificazione linguistica Italiana di livello almeno B2 prima della prova nazionale specifica*, ad esempio di Medicina e Chirurgia, facilità e determina spesso il successo di ammissione da parte degli studenti stranieri extracomunitari, agevolati altresì da una riserva di posti destinati, solo per loro, da parte dello Stato Italiano.

ATTENZIONE: Lo studente straniero che non attesta la propria conoscenza della lingua italiana in uno di questi due modi suddetti (presentando valida “certificazione di competenza” di livello almeno B2 o superando, qualche giorno prima della prova specifica nazionale* la prova di lingua Italiana presso l’Università prescelta) non può essere ammesso alla prova/esame d’ammissione nazionale*.

Dipende dal corso di laurea per cui ci si candida. Riportiamo di seguito solo le discipline oggetto d’esame di alcuni dei Corsi di Laurea a numero programmato nazionale.

Tutti gli studenti stranieri, a qualsiasi corso di laurea vogliano iscriversi, devono sostenere prima della *prova/esame d’ammissione, una prova aggiuntiva e propedeutica che accerti la loro conoscenza della lingua italiana.
In alternativa, può presentare all’Università una valida certificazione di competenza linguistica (almeno livello B2).

Frequentare le Università Statali in Italia costa poco rispetto molti altri Paesi europei ed extraeuropei. Il costo delle tasse varia a seconda dell’Università, oscillando tra € 500,00 e € 1.500,00 euro l’anno.

Inoltre, per gli studenti stranieri, sono previste molte agevolazioni: borse di studio, case per lo studente, sussidi economici per l’acquisto dei libri… insomma frequentare l’università in Italia è veramente conveniente.
Le prove/esami d’ammissione ai Corsi di Laurea a numero programmato sono impegnative e seppur richiedano una preparazione mirata e adeguata sono ad oggi, per uno studente straniero, molto più accessibili di qualunque altro paese del mondo.

Quindi è importante:

1) Studiare bene la lingua Italiana:

DIRETTAMENTE IN ITALIA – iniziando se non si conosce affatto la lingua almeno 6/8 mesi prima dello svolgimento delle prove d’ammissione universitarie (previste a settembre di ogni anno);

NELLA PROPRIA NAZIONE presso gli Istituti di Cultura Italiana presenti in tutto il mondo – avendo cura di completare in Italia la propria preparazione ( linguistica italiana e delle discipline specifiche: Cultura Generale, Biologia, Chimica, Fisica e Matematica ) 4 o 5 mesi prima delle prova/esame d’ammissione nazionale;

ACQUISENDO già nella propria nazione di provenienza una preparazione linguistica certificata di livello B2 e venire in Italia, direttamente in estate da fine giugno, al fine di completare la propria preparazione per superare la prova specifica di ammissione nazionale.

2) Studiare bene le materie oggetto della *prova specifica dell’esame nazionale. E’ fondamentale, sia al fine di poter agevolmente superare la prova di esame per l’accesso alle Università Italiane sia per poter proseguire bene gli studi universitari in Italia, frequentare – presso un “centro” specializzato o, ancor meglio, presso una Scuola che sia riconosciuta come tale dallo Stato Italiano – un corso specifico di preparazione per superare il numero programmato Universitario.

Attenzione, esistono in Italia molti centri di preparazione per l’accesso universitario a numero programmato, tuttavia si contano sulla punta delle dita i centri o, ancor meno, le Scuole specializzate nel preparare gli studenti stranieri a superare il numero programmato.

3) Essere capaci di affrontare pazientemente e superare qualche difficoltà legata ad eventuali difetti di comunicazione, generati dalla burocrazia, nonchè disponibili a sostenere fino ad un massimo di TRE viaggi, tra l’Italia e la propria nazione di provenienza, al fine di espletare le formalità richieste dalle attuali, seppur in corso di semplificazione, leggi Italiane per il rilascio dei due Visti di Studio.
Il progetto “Study in Italy” è stato avviato nel 2010 dalla Scuola Superiore Empedocle per favorire il processo di Internazionalizzazione e di agevolare, studenti stranieri meritevoli, ad accedere ai posti riservati dallo Stato nelle Università Italiane. La Scuola Empedocle, attraverso i propri percorsi didattici di eccellenza, ormai da lungo tempo molto apprezzati in Italia, sostiene gli studenti stranieri particolarmente, seppur non esclusivamente, a superare l’esame d’ammissione ai Corsi di Laurea a numero programmato dell’Area Sanitaria.
Per l’anno accademico universitario 2012/2013 sono previsti complessivamente 60 posti, destinati a studenti stranieri meritevoli e provenienti dai cinque continenti: Africa, Asia, America, Europa, Oceania.
Non è difficile. Tuttavia la Scuola Superiore Empedocle è fortemente selettiva sugli studenti che avanzano richiesta di partecipazione al progetto. Questa scelta è necessaria perché il percorso di preparazione è rigorosamente intensivo e prevede vi possa partecipare solo chi è veramente motivato a studiare materie Scientifiche e Sanitarie in Italia.

E’ noto che l’84% degli studenti che hanno frequentato la Scuola Empedocle supera, in Italia, il numero programmato universitario nell’Area Sanitaria. La Scuola infatti si prende grande cura dei suoi iscritti. Lo studio avviene in modo piacevole poiché si svolge con Professori abilitati all’insegnamento e altamente qualificati, utilizzando strumenti e materiali didattici eccellenti e operando in un ambiente sereno, cristiano e fortemente assistito.

Compilare in tutte le sue parti la richiesta di partecipazione/manifestazione di interesse, scaricabile gratuitamente on-line e inviare la stessa via email – unitamente agli altri documenti richiesti – o contattandoci tramite il seguente format (clicca qui per contattarci).
In breve riceverai, da parte del Presidente del Nucleo di Valutazione della Scuola, l’esito della Tua candidatura.

Qualora la Tua richiesta sia accolta positivamente, e solo allora, potrai iniziare gli adempimenti amministrativi previsti.

1. Lo studente è invitato a versare la somma non rimborsabile di € 300,00 come conferma dell’iscrizione e quale tassa per poter sostenere una delle prove di esame universitario valevole ai fini del possibile ottenimento della certificazione linguistica Italiana di livello B2.

2. Dopo il versamento anticipato del 50% della somma interamente dovuta per la frequenza dei diversi moduli didattici prescelti all’interno del progetto “Study in Italy”, lo studente riceverà idonea lettera di invito a partecipare alle attività della Scuola Empedocle. Tale lettera dovrà essere presentata presso l’Ambasciata Italiana nel proprio Stato. Il saldo del restante 50% dovrà essere versato dallo studente all’arrivo in Italia.

3. Versamento anticipato dell’intera somma relativa al periodo prescelto di ospitalità (vitto e alloggio) a seguito della quale lo studente riceverà idonea lettera di invito a poter essere ospitato presso le strutture residenziali messe a disposizione dalla Scuola.
Scuola Empedocle, previa dimostrazione da parte dello studente dell’avvenuto diniego dell’Ambasciata Italiana a concedere il visto, provvederà a rimborsare a mezzo bonifico bancario, tutte le somme versate ad eccezione della quota di € 300,00 ricevuta come conferma dell’iscrizione e tassa d’esame per il possibile conseguimento della certificazione linguistica Italiana.
1. Lettera di invito in originale rilasciata da Scuola Empedocle, a frequentare tutti i moduli didattici prescelti che compongono il progetto “Study in Italy”;

2. Lettera in originale di invito, rilasciata dalla Scuola Empedocle, a poter essere ospitato per tutto il periodo di studio prescelto presso una delle strutture residenziali riconducibili alla Scuola Empedocle

3. Polizza assicurativa sanitaria. Tale polizza, su espressa richiesta dello studente e con spese aggiuntive a carico dello stesso, può essere stipulata da parte della Scuola Empedocle a beneficio dello studente.
Il primo visto di studio che l’Ambasciata Italiana rilascerà allo studente, a fronte della presentazione e regolare validità dei documenti sopra citati, servirà solo ed esclusivamente a poter accedere in Italia per frequentare le attività didattiche del progetto “Study in Italy”.

Attenzione: per sostenere la prova/esame di ammissione, alle facoltà a numero programmato delle Università Italiane, lo studente dovrà richiedere e ottenere dall’Ambasciata Italiana del proprio Paese un secondo specifico visto di studio. La richiesta di pre-iscrizione ad una Università Italiana deve essere obbligatoriamente presentata ( a partire dal mese di aprile/maggio 2011 e comunque dopo che il Ministero degli Affari Esteri Italiano provvederà ad emettere apposito decreto) presso l’Ambasciata Italiana presente nella propria nazione di provenienza.

Il 2° visto di studio, valevole per poter sostenere l’esame di ammissione nelle Università Italiane, viene rilasciato, solitamente nel mese di luglio/agosto, unicamente da parte dell’Ambasciata Italiana presente sul territorio di provenienza dello studente straniero
E possibile effettuare la domanda di pre-iscrizione ad una Università Italiana solo esclusivamente presso l’Ambasciata Italiana presente nella propria Nazione e comunque solo dopo che il Ministero Affari Esteri Italiano lo consentirà per tutte le Ambasciate Italiane nel mondo; ciò avviene solitamente a partire dal mese di Aprile/Maggio di ogni anno.
Il visto di studio per sostenere l’esame di ammissione presso una Università Italiana può essere ritirato solitamente nel mese di luglio/agosto e unicamente presso l’Ambasciata Italiana presente nella propria nazione di provenienza. Il visto deve essere obbligatoriamente ritirato direttamente dallo studente richiedente.

Per maggiori informazioni conattati o consulta i link che trovi di seguito: